Whitney Houston trovata morta in un hotel di Beverly Hills

É nata il 9 agosto 1963 a Newark (New Jersey) ed é morta il 12 febbraio 2012 a Beverly Hills. Il cadavere di Whitney Houston è stato rinvenuto e tirato via dalla vasca da bagno da una guardia del corpo. Aveva solo 48 anni!

Whitney è diventata in pochissimi anni una delle dive piú famose della musica soul. Il suo soprannome era “The Voice”, perché possedeva una voce tra le piú belle che il mondo abbia mai sentito. La sua morte é un fatto molto triste, tuttavia non stupisce. Da anni faceva uso di droghe, non è piú riuscita a venir fuori dal circolo vizioso di marijuana, cocaina, farmaci, alcol e droghe sintetiche.

Whitney Houston aveva tutto e ha perso tutto, ed ora anche la sua vita. The Voice d’ora in poi tacerà per sempre.

Perché? Di certo non l’ha aiutata molto l’essersi innamorata dell’uomo sbagliato. Il 16 giugno 1992 ha sposato Bobby Brown. Egli era il grande e unico amore di Whitney, ma ha significato la morte per la sua carriera e per lei. Con lui ha imboccato il tunnel della droga, della dipendenza psicologica e dell’abuso. Nel 2003 è dovuta intervenire la polizia perché ancora una volta Whitney era stata vittima di violenza. Anche dopo la separazione, nel 2007, ella non è venuta completamente fuori.

Whitney avrebbe dovuto essere presente come Topstar al Grammy, uno degli eventi piú importanti del palcoscenico musicale. Ma nei due giorni precedenti la sua morte era caduta nuovamente sotto l’effetto degli stupefacenti.

Giovedì sera ha ancora fatto un’ultima piccola comparsa al nightclub “Tru”. Lí è stata ripresa con Kelly Price, con la quale ha cantato “Jesus loves me”. Questo non lo aveva mai dimenticato. Whitney aveva spesso sentito di Gesú attraverso sua madre Cissy Houston, che era una cantante gospel. Si poteva sempre ricordare di questo straordinario amore che Gesú ha avuto per lei quando è morto sulla croce per i peccati di tutti. Non importa quanto profondamente la toccasse, ella sapeva che Lui la ama, di questo era convinta fino alla fine.

Gesú sarebbe stata per lei l’uomo giusto. Whitney sapeva quanto Gesú la amava, ma forse non é mai stata pronta ad instaurare una relazione personale con Lui. Il Suo amore l’avrebbe guarita e liberata. Ma la semplice consapevolezza puó aiutare solo fino a un certo punto.

Gesú sarebbe stato la persona giusta anche per molti altri, per poterli aiutare ad uscire dalla droga, da problemi psichici e situazioni di vita disperate. Gesú mi ama, anche quando non ce la faccio piú ad andare avanti, quando non ho piú nessuna forza e anche quando mi va tutto bene. Egli ci vuole salvare. Tuttavia la maggior parte delle persone lo capisce solo quando purtroppo è ormai tardi. Allora la voce si ammutolisce e i canti di gioia si trasformano in grida di dolore. Anche se tanti, come Whitney, non sono ancora pronti ad instaurare una relazione con Gesú, devono tuttavia sapere: Egli ti ama! Egli ti aspetta. Ma non aspettare troppo a lungo. Improvvisamente potrebbe essere troppo tardi. Lasciati oggi stesso salvare.